Supply Chain Management: i percorsi formativi di BBS

BBS è un acronimo che sta per Bologna Business School: questo ateneo, che nasce dall’esperienza secolare dell’Alma Mater Studiorum di Bologna, rappresenta un’eccellenza in Italia nel settore delle formazione professionale post laurea. Il mondo del lavoro è molto cambiato rispetto al passato, e chi ambisce a rivestire un ruolo di responsabilità deve acquisire degli strumenti specifici per essere competitivo e per aiutare l’azienda nella quale intende inserirsi ad affrontare la nuova industria 4.0.

I master della Bologna Business School

Supply chain management

Il programma formativo di BBS è estremamente ampio e cerca di andare incontro alle esigenze più disparate di chi ha conseguito la laurea ma vuole proseguire il suo percorso di studi, in vista dell’inserimento del mondo del lavoro. Non solo: i corsi BBS sono pensati anche per chi già lavora, quindi hanno una struttura flessibile che consenta agli studenti di conciliare le varie necessità della vita. I corsi BBS sono pensati per chi vuole sempre raggiungere uno step superiore, e diventare determinante nella realtà nella quale lavora o lavorerà.

Master supply chain and operations

Il tessuto economico italiano trova il suo fondamento più saldo nelle piccole e medie imprese, che oggi si trovano a dover affrontare una sfida molto importante che riguarda soprattutto l’internazionalizzazione. Le modalità adottate in passato non possono essere adeguate ad un mondo che è sempre più interconnesso. Per questo è necessaria la presenza in azienda di una figura professionale che sia in grado di gestire al meglio le varie fasi della catena di distribuzione. La BBS ha creato il un Master in Logistica proprio pensando a questa figura professionale. Il corso ha un format part time. La classe media viene composta da 20, al massimo 25 studenti. Il master logistica si sviluppa nell’arco di dodici mesi, durante i quali chi frequenta viene sottoposto a molteplici stimoli.

L’importanza del supply chain management

Il settore del supply chain management è relativamente nuovo, ma di vitale importanza nelle PMI. In ogni classe gli studenti possono avvalersi in primis dell’esperienza reciproca, oltre che a quella di docenti qualificati, e non solo. Oltre ai corsi didattici e istituzionali, infatti, sono previsti i Leader’s Corner, ovvero degli incontri con esperti, o rappresentanti, di supply chain management che semplicemente raccontando il proprio vissuto sono in grado di fornire molti elementi importanti a chi è desideroso di apprendere nuove strategie operative.

Procurement management

Va a braccetto con il master logistica il procurement management. Questo corso di specializzazione è intensivo poiché ha una durata di soli 12 giorni, durante i quali qualificati professori universitari impartiscono nozioni relative alle strategie di acquisto aziendali, basate sulle esperienze più innovative volte a migliorare la redditività delle aziende. I cinque moduli tematici si svolgono anche attraverso una piattaforma on line, dibattiti e role-playing.

I master BBS per un futuro migliore

Frequentare il corso in supply chain management (o procurement management) significa garantirsi un ruolo trainante nell’industria del futuro. Per garantire a tutti una possibilità, grazie ad un accordo tra Intesa San Paolo e BBS, è anche possibile chiedere un prestito agevolato per coprire le quote di iscrizione dei corsi.

Il master in Supply Chain and Operations non è semplicemente un master in logistica, ma offre a chi si iscrive una visione completa dell’attuale panorama mondiale. Oltre alle lezioni in aula e oltre ai Leader’s Corner, infatti, sono previste anche le “company visits”, ovvero visite guidate in azienda dove sia possibile analizzare sul campo le tematiche trattate in aula. Sono inoltre previsti diversi workshop su vari argomenti. Gli studenti dovranno superare quattro prove d’esame per dimostrare il loro livello di apprendimento.