Misurare la velocità della tua connessione: cos’è uno speed test adsl?

Qualsiasi connessione adsl o fibra ottica voi abbiate, per rendervi conto di quanto vi arriva effettivamente esistono test della velocità di connessione. Nel vostro contratto firmato con l’operatore scelto da voi come Telecom Italia, Fastweb, Vodafone, Infostrada ecc ci sono scritte tutte le informazioni… l’offerta scelta e quanti Megabyte di connessione vi dovrebbe arrivare.  Ecco, questi speed test servono appunto per vedere se questi Megabyte ci arrivano come promesso e verificarlo in prima persona.

Dove posso effettuare un test della velocità della connessione?

Ci sono veramente tanti siti su cui è possibile farlo. Ci sono quelli famosi come speedtest.net in cui vengono effettuati più di 100.000 test al giorno per un totale di più di 7 miliardi di test fino ad oggi oppure ci sono altri test come test.eolo.it oppure i test forniti direttamente dal vostro operatore. Forse meglio fidarvi di un ente superpartes che certifichi la vostra velocità di connessione. A proposito su Fastadsl.it potrete trovare l’elenco di tutti i siti che offrono questo servizio direttamente online. Una lista completa di risorse da confrontare: alla fine troverete quella più utile per il vostro speed test adsl

Come funziona uno speed test adsl?

Per questa guida prendiamo come esempio speedtest.net. Vi faccio una premessa: mentre fate il test non tenete troppi apparecchi connessi ad Internet per vedere un risultato pulito. Iniziamo recandoci nel loro sito, e tralasciando tutte le pubblicità intorno, al centro possiamo vedere una mappa con un grosso tasto con scritto Inizia Test. In basso a sinistra invece possiamo vedere il nostro ISP, cioè operatore ed anche il nostro indirizzo IP e possiamo addirittura valutarlo con stelle da 1 a 5. Detto questo, proviamolo, quindi clicchiamo su Inizia Test. Dopo aver cliccato selezionerà automaticamente un server dove appoggiarsi per inviare e ricevere pacchetti dati ed è selezionato in base a Ping migliore. In basso a destra una volta selezionato potrete vedere da chi è hostato il vostro test.  Durante e anche quando finito il test vediamo tre scritte: Ping, Velocità Download e Velocità Upload.

  • Il Ping è il tempo impiegato da un pacchetto dati inviato dalla nostra connessione a raggiungere il server e a tornare indietro. Si misura in millisecondi e naturalmente più basso è il valore, più il nostro Ping è migliore. Di solito per un Ping buono non bisognerebbe superare i 50ms.
  • La Velocità di Download è lo scaricamento e si misura in Megabyte al secondo (Mbps) ed è il principale valore della vostra connessione. Se nel vostro contratto c’è scritto 10Mbps, non vi arriveranno mai pieni ma ad esempio 8/9Mbps. Comincia ad essere un problema quando l’ISP promettendovi 10Mbps vi arrivano solamente 3Mbps. Durante il test nello spazio della Velocità di Download potete vedere anche una riga verde che sale e scende, e quello serve per vedere se la nostra connessione è stabile.
  • La Velocità di Upload invece è il caricamento, anch’esso in Mbps. Di solito l’Upload è sempre inferiore al Download nel contratto, ad esempio 10Mbps di Down e 1Mbps di Up. Per questo dovete tenere sempre il criterio di prima cioè che se vi arrivano 0.80Mbps va benissimo. Finito il test vi salverà il risultato e in caso di eventuali test futuri da parte vostra ve li metterà a confronto e potrete analizzarli per vedere se è migliorata o peggiorata la connessione.

Finito lo speed test cosa devo fare?

Se siete soddisfatti del risultato della vostra connessione e pensate rientri nel vostro contratto, allora va bene, vi siete dimostrati che non c’è nessun problema. Se invece notate un Ping eccessivo, la Velocità di Download o Upload troppo bassa allora prendete in considerazione di chiamare l’assistenza del vostro ISP gratuitamente e chiedere spiegazioni. Intanto potrete navigare su Internet cercando i criteri per i quali una connessione può peggiorare e magari cercando anche le soluzioni che si possono adottare noi. Se il vostro fornitore di connessione non risolve il vostro problema avete diritto al recesso perché state navigando a una velocità inferiore a quella che vi è stata promessa e garantita. Se invece il problema riguarda voi  assicuratevi che nessuno vi rubi la rete, che nessuno è cioè appoggiato sul vostro wifi. Il nemico non è per forza il vicino di casa, spesso infatti vi dimentichiamo di quanti oggetti in una stessa casa possono sfruttare la stessa rete: bastano due smartphone, un computer, un tablet e per chi ce l’ha anche la smart tv, per congestionare il traffico dati.