Bundesliga 2015 terminata, festeggiamenti del Bayern

La centocinquantesima edizione della Bundesliga, massima serie calcistica tedesca, si è conclusa proclamando il Bayern Monaco vincitore per il 3° anno di fila e nel complesso per la 25a volta.

La squadra di Pep Guardiola chiude la stagione sorridendo: dopo 3 sconfitte consecutive, a titolo già vinto, i bavaresi concludono rialzando un po’ la china, vincendo per 2-0 sul Mainz. Risultato che permette di rasserenare l’ambiente anche a seguito dell’eliminazione in Champions da parte della Juventus.

Nonostante il Bayern abbia messo nel palmares ‘solo’ un trofeo quest’anno, chiude tra gli applausi e per sbrigare la pratica Mainz bastano un rigore di Lewandowski (che si piazza secondo nella classifica cannonieri) e un destro ben piazzato di Schweinsteiger.

Tutto deciso da un pezzo per la champions, ausburg e borussia in europa league

Subito dietro ai Bavaresi,il discorso per l’accesso alla Champions League era già definito: pareggia 2-2 a Colonia il Wolfsburg, secondo, mentre si classifica terzo il Monchengladbach che chiude perdendo in casa 3-1 con l’Ausburg che così strappa il ticket per la qualificazione in Europa League insieme al Borussia, anch’esso vincente.

D’altronde le motivazioni della squadra sud-occidentale della Baviera erano decisamente più sentite: l’Ausburg difatti segna 3 reti nell’ultimo quarto d’ora, grazie alla determinazione che la squadra ha tenuto fino all’ultimo, mettendo al sicuro il quinto posto che significa accesso diretto senza preliminari.

Il Borussia invece dovrà passare necessariamente per i preliminari grazie al settimo posto in classifica e non essendo riuscita a vincere la finale di Coppa di Germania che gli avrebbe risparmiato la fatica del turno in più. Sarà in compagnia dello Schalke 04, sconfitto 2-0 dall’Amburgo.

Per la Coppa dalle grandi orecchie,invece, i preliminari toccheranno al Bayern Leverkusen, che ha impattato 2-1 a Francoforte.

Bundesliga 2015 terminata
Salvezza mozzafiato degli irretrocedibili dell’amburgo

Lo Stoccarda supera 2-1 il Paderborn e può dirsi salvo. Mentre l’Amburgo, nonostante la vittoria, è dovuto passare necessariamente per i playout.

La squadra ha dovuto vedersela con il Karlsruhe in un incontro all’ultimo sangue che stava sancendo la primissima retrocessione della squadra nord tedesca nella serie cadetta, al 91′ però pareggia e ai supplementari riesce a spuntarla guadagnandosi il titolo di ‘Unabsteigbar’ cioè irretrocedili.

L’Amburgo è di fatto l’unica squadra del calcio tedesco che non è mai retrocessa in zweite liga (la corrispondente della nostra serie b), questa volta in una partita mozzafiato stava per sgretolare questo prestigioso record ma, come tutte le uniche nella storia, è riuscita ad impedirlo sul filo del rasaio a tempo scaduto.

Una Bundensliga che conclude la sua stagione regalando emozioni fortissime e che consolida semrpe più il terzo posto nei campionati europei più belli.

Subito dietro la nostra serie A che sicuramente, con la Juventus in finale di Coppa Campioni, sta recuperando da anni un po’ sottotono che hanno seguito le fantastiche imprese dell’Inter di Mourinho.

Le anticipazioni sulla prossima stagione

Sembra proprio che Pep Guardiola sia deciso a rimanere ancora un altro anno alla guida del Bayern, deciso a conquistare un’altra Coppa dei Campioni che sarebbe la terza da allenatore, la quarta nel computo totale.