Analisi tecnica nel Forex: cos’è e come utilizzarla

Il Forex Market, le strategie, le tecniche di investimento e l’analisi

Quando si investe nel Forex è necessario avere una buona conoscenza di una serie di parametri, quali il glossario tecnico, che viene regolarmente utilizzato in tutte le operazioni dei mercati e, soprattutto, le strategie e le tecniche di investimento.

Il mercato, infatti, va compreso tramite lo studio dei dati storici, la conoscenza e la variazione dei prezzi, i volumi e le oscillazioni che li caratterizzano. Per avere tutte queste informazioni, diventa necessario comprendere il significato di moltissimi parametri e in particolare di quelli che influenzano il mercato verso cui sono rivolti i propri investimenti.

Ma prima di applicare le diverse strategie di trading è fondamentale effettuare un’approfondita analisi dei dati che caratterizzano il mercato stesso, in modo da poter comprendere meglio quali siano gli andamenti storici e quindi poter prevedere gli andamenti futuri.

L'analisi tecnica e la lettura dei grafici
L’analisi tecnica

La metodologia di analisi più utilizzata nel Forex è quella dell’analisi tecnica. Si tratta di uno strumento che permette di prevedere l’andamento dei mercati nell’immediato futuro grazie allo studio dei prezzi e dei volumi storici.

Per una buona analisi tecnica, quindi, è fondamentale conoscere e comprendere dati e situazioni economiche e finanziarie degli anni precedenti. 
Nonostante il Forex Market sia un mercato relativamente recente, l’analisi tecnica nasce già a fine Ottocento, grazie all’economista Charles Dow, che per primo evidenziava una serie di punti che permettevano di analizzare i dati delle Borse del periodo.

Dow, infatti, aveva previsto che il prezzo è fortemente condizionato da una serie di forze del mercato, forze variabili e volatili. Nelle loro variazioni, i prezzi definiscono dei trend, ossia delle tendenze che, in momenti storici ed economici simili, tendono a ripetersi.

Gli aspetti caratteristici dell’analisi tecnica nel Forex sono che permettono di ottenere informazioni attendibili utilizzando pochi set di dati, ossia solo quelli inerenti i prezzi e i volumi. Questi dati permettono di definire i trend che si generano in determinati intervalli di tempo, da definire a seconda dell’interesse del trader e delle tipologie di investimenti che effettua (a breve, medio o lungo termine).

L’analisi tecnica e la lettura dei grafici

Alla base di una buona analisi nel Forex, vi è la corretta lettura ed interpretazione dei grafici, che permettono di individuare eventuali trend nelle attività che si intendono analizzare. Nonostante il supporto matematico che viene utilizzato per una corretta interpretazione delle variazioni, difficilmente si può assimilare l’analisi tecnica ad una scienza precisa, visto che ogni analista può interpretare le tendenze in modo differente.

Il discriminante di un’analisi tecnica ben fatta, quindi, è soprattutto la precisione con cui si riesce a definire la direzione che può essere presa da un determinato asset in un determinato momento. Questa precisione, infatti, permette di definire quali siano i migliori momenti per entrare o uscire dal mercato.

A seconda degli analisti, i punti di entrata o uscita possono variare, per cui è importante, quando si segue un esperto di analisi, assicurarsi che le informazioni fornite siano affidabili per non rischiare di affidarsi ad informazioni poco precise.